Cosa sono i plugin di wordpress?

Quando si sente parlare di wordpress, si sentono nominare molti termini tecnici che per neofiti o persone che non utilizzano comunemente  strumenti del web possono sembrare arabo o cirillico.

Nel corso nei prossimi articoli cercheremo di chiarire e spiegare nella maniera più semplice possibile alcuni dei principali dubbi che una persona che si avvicina in questo momento di codici e parole strane può incontrare.

Se, nel corso della lettura dei miei articoli scoprite di avere ulteriori dubbi o avete domande , lasciate un commento qui sotto e vi risponderò volentieri.

Ma ora torniamo ai nostri protagonisti: i PLUGIN.

Sono principalmente pezzi di codice PHP o HTML o tutti e due che grazie ad una struttura più o meno complicata permettono al gestore del sito di poter alzare la qualità del risultato delle proprie pagine web e dei loro contenuti.

I plugin si possono trovare sia all’interno del sito wordpress che in giro per il web, possono essere gratuiti o a pagamento, possono essere molto semplici o complessi e in caso di necessità, nel caso di un programmatore esperto è possibile personalizzarli o crearne uno completamente adHOC per il sito d’interesse.

I plugin possono occuparsi di visualizzare particolari informazioni sul sito, gestire il sistema newsletter o semplicemente aggiungere pezzi di codice in automatico nelle pagine, come per esempio i pulsanti per la condivisione sui social network.

I plugin si installano dall’amministrazione di WordPress alla voce “PLUGIN”, per l’installazione è possibile installarli direttamente dall’archivio condiviso di WORDPRESS che si trova alla voce “aggiungi nuovo”, o caricandolo se è stato scaricato da un’altro sito o importandolo direttamente nella cartella “plugin” via FTP.

Ricordo che il plugin di default una volta installato (in tutte le diverse modalità) non è attivo ed è quindi necessario attivarlo per poterne utilizzare le sue potenzialità.

In un dei miei prossimi articoli magari proveremo a creare un plugin semplice semplice ad uso widjet.

Se l’articolo ti è piaciuto non dimenticare di lasciare un commento oppure clicca su “mi piace” per far conoscere questo articolo anche ai tuoi amici.

Francesca Roccabruna

Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *